Negli ultimi anni le richieste di allungamento/ampliamento penieno sono nettamente aumentate.

Il pene può essere piccolo congenitamente, micropene vero o essere nascosto da adipe del tessuto adiposo pubico, pene sepolto.

L’intervento può essere richiesto anche da soggetti con pene perfettamente normale ma desiderosi di un allungamento solo estetico dell’organo per aumentare la loro autostima.

Allungamento del pene
La lunghezza effettiva interna del pene è compresa tra 7,5 e 10 centimetri. La radice peniena è incurvata verso l’alto, all’interno del corpo; grazie alla resezione dei legamenti sospensori, la curvatura verso l’alto viene fatta avanzare. Per poter accedere ai legamenti, basta praticare una semplice incisione a v di circa  2,5 cm nella regione pubica. Per gli uomini sovrappeso, la rimozione di parte del tessuto adiposo nell’area del pube può aumentare la percezione di allungamento del pene. Il legamento viene sezionato in prossimità della sua inserzione sulla sinfisi pubica. Un distanziatore protesico di silicone viene posto nello spazio formatosi a seguito della sezione del legamento e fissato con un punto alla base del pube. Tale accorgimento tecnico consente un ulteriore guadagno in lunghezza del pene. Alla fine dell’ intervento l’ incisione cutanea viene chiusa tramite una plastica a VY invertita. Anche quest’ ultima manovra consente un incremento del guadagno in lunghezza dell’ organo.L’aumento in lunghezza varia a seconda dell’anatomia del paziente. In generale, i risultati variano da 2 a 3 cm circa.
Aumento di diametro del pene
Al pari dell’allungamento, oggigiorno è possibile attraverso varie metodiche aumentare le dimensioni del pene in diametro. Tale tipo di intervento viene eseguito nella maggior parte dei casi in assenza di vere e proprie patologie, pertanto con finalità puramente estetiche.
Esistono varie tecniche, dalla semplice terapia iniettiva fino all’esecuzione di un vero e proprio intervento chirurgico associato all’ utilizzo di materiale protesico.
L’iniezione di grasso autologo, prelevato da altri distretti corporei come la coscia o l’addome, e successiva liposcultura peniena, rappresenta una delle prime metodiche utilizzate.
Il gel di acido ialuronico rappresenta un altro prodotto utilizzato nei trattamenti iniettivi per aumentare il diametro penieno. Esistono vari studi in letteratura medica che ne dimostrano l’ efficacia, con aumento medio del diametro penieno di 1,5 centimetri, e la scarsità di effetti collaterali.
Accanto alla più semplice terapia iniettiva è possibile praticare interventi chirurgici veri e propri per aumentare il diametro penieno grazie all’ utilizzo di materiali protesici sempre più moderni messi a disposizione della chirurgia dall’ ingegneria tissutale. Tali materiali vengono generalmente posizionati e fissati tramite punti di sutura attorno alle fasce che circondano il pene.
Anestesia
Entrambi gli interventi vengono eseguiti in anestesia locale con sedazione o in anestesia spinale. L’intervento è eseguito in regime di  day-surgery o al massimo può necessitare di una notte di ricovero. A seconda della procedura gli in terventi possono durare dalle 2-4 ore.L’attività professionale dopo l’intervento puo’ essere ripresa dopo 5-7 giorni, l’attività sessuale dopo un mese.