Questo intervento ha la finalità di rafforzare i muscoli vaginali quando hanno perso la loro tonicità e risultano allungati, a seguito di gravidanze o per sopraggiunti motivi di età. Può interessare donne di tutte le età.

Con il passare del tempo la vagina tende a rilassarsi e a dilatarsi. Da tempo esistono interventi che tendono a ridurre nelle porzioni inferiori e posteriori le dimensioni dell’orifizio vaginale e della porzione più esterna della vagina aumentando il tono muscolare al fine di ridurre il rilassamento e contemporaneamente migliorare la sensisibilità e sessuale.

INTERVENTO

Vengono effettuate due incisioni parallele all’interno della vagina, che si aprono dall’apertura verso l’interno. Se la flaccidità è lieve, si rimuove una fascia longitudinale del tessuto mucoso e poi si suturano i bordi. Se la flaccidità è più grave, dopo l’eliminazione della striscia di tessuto mucoso si realizza una plicatura (piega) dei muscoli che rimangono esposti, attraverso le stesse incisioni realizzate nella mucosa. In questo modo i muscoli vaginali si restringono ed acquisiscono una maggiore tensione In alternativa, o in associazione, è possibile tonificare superficialmente il cilindro vaginale con iniezioni di tessuto adiposo che vanno a tonificare la parete vaginale e a ridurre il diametro della vagina stessa.
Anestesia
Il ringiovanimento vaginale  viene generalmente eseguito in regime di day hospital (cioè senza ricovero e degenza). Viene effettuato mediante una anestesia locale.
Spesso viene associata a una sedazione farmacologica per un maggioe controllo della paziente.
Postoperatorio
Una modesta secrezione postoperatoria compare per 3-4 giorni. E’ tuttavia possibile fare la doccia il giorno successivo e disinfettare la parte con prodotti adeguati. L’attività professionale può essere ripresa dopo 4 giorni L’attività sessuale dopo 1 mese.