La Rinoplastica è un intervento chirurgico il cui proposito è quello di migliorare l’aspetto del naso, integrandolo perfettamente nell’armonia del volto.

Il naso può avere problemi sia estetici che funzionali che possono esser corretti durante lo stesso intervento.

L’intervento eseguito per motivi funzionali si propone di ripristinare la corretta respirazione, o in caso di traumi ricostruirne la naturale forma, Il rimodellamento chirurgico del naso, per fini estetici, può essere realizzato dopo i 16 anni di età, al termine dello sviluppo osseo.

Si può intervenire sul naso in caso di:

– Gibbo.(presenza di gobba sul dorso del naso)
– Naso storto per deviazione del setto o della piramide nasale.
– Naso lungo, largo, insellato.
– Punta grossa, cadente, sporgente, larga.
– Narici larghe.
Grazie ai progressi della chirurgia estetica, con la Rinoplastica moderna è possibile ottenere, secondo i desideri del paziente, risultati molto più naturali di quelli di anni fa, eliminando semplicemente i difetti specifici di “quel” naso, senza sconvolgerne la forma.
L’Intervento
Esistono diverse tecniche chirurgiche per ottenere l’effetto desiderato, è quindi fondamentale che il paziente esprima chiaramente cosa desidera modificare, in modo che, dopo averne discusso con il chirurgo, possa scegliere assieme a lui la tecnica più appropriata per il caso specifico. La rinoplastica non lascia praticamente cicatrici visibili, in quanto solitamente le incisioni vengono effettuate all’interno del naso, puo’ essere necessario operare piccole e praticamente invisibili cicatrici esterne solo nel caso di rimodellamento delle narici o se si effettua una rinoplastica aperta. La rinoplastica aperta, sebbene più complessa tecnicamente, consente un livello di precisione molto più alto perchè le strutture nasali possono essere modificate alla vista del chirurgo. La scelta tra rinoplastica tradizionale chiusa e rinoplastica aperta dipende sia dalle preferenze del chirurgo che dal tipo di correzione che si desidera effettuare. Se il naso deve essere ingrandito si possono aggiungere dei piccoli innesti di cartilagine o osso prelevati dal naso stesso (dal setto) o altrove (orecchie, ecc.)

 

Anestesia
L’intervento di Rinoplastica, come quello di Rinosettoplastica completa, viene solitamente effettuato in anestesia generale con un giorno di ricovero, ma, nei casi di Rinoplastiche limitate ad un elemento del naso ( ad es. la sola punta), è possibile anche effettuarlo in anestesia locale, senza ricovero, o con sedazione  in day Hospital. L’intervento dura da un minimo di 1 sino a 3 ore .
Postoperatorio
I tempi di guarigione sono variabili a seconda dei singoli pazienti. Alla fine dell’intervento all’interno delle narici vengono posizionati due piccoli tamponi formati da uno speciale materiale siliconato morbidissimo che non darà quella sgradevole sensazione di soffocamento tipica dei tamponi in uso in passato. I tamponi vengono facilmente rimossi e senza dolore dopo uno o più giorni, a seconda del caso. La persona viene dimessa il giorno seguente e tornando a casa sul dorso del naso porterà solo una piccola una placchetta rigida, fissata con un cerotto. Questa viene tolta dopo una settimana e per altri sette giorni rimane sul naso un cerottino di carta. A due settimane dall’intervento il naso è completamente libero.Subito dopo l’intervento compaiono gonfiore e lividi di grado variabile attorno agli occhi.
I lividi spariscono gradualmente dopo 8-12 giorni mentre un lieve gonfiore può persistere ancora per qualche settimana, soprattutto sulla punta. La cicatrice residua risulterà quasi invisibile dopo poco tempo.
Il paziente sarà in grado di alzarsi dopo un giorno dall’intervento, ma dovrà attendere circa 1 settimana per la ripresa delle normali attività. Dopo 3 settimane potranno essere riprese le attività sportive leggere, mentre quelle più intense dopo 6 settimane.
E’ possibile ritornare alle attività lavorative dopo 7-9 giorni.
Il naso operato non deve essere esposto al sole per qualche mese: si consiglia perciò l’uso di una crema solare con schermo totale durante il primo mese bisogna evitare saune e bagni turchi.
Il risultato dell’intervento può dirsi definitivo dopo circa un anno ma sarà già apprezzabile dopo due settimane.