Domanda

ho una domanda da farle in quanto sarei interessata ad effettuare un intervento di Mastoplastica additiva..il problema è che al seno ho dei fibroadenomi e quindi non so se posso sottopormi all’intervento.Naturalmente non sono interessata a tenere i fibroadenomi e impiantare le protesi ma durante l’intervento vorrei asportare prima queste cisti per poi impiantare le protesi.. a questo punto pero’ mi sorgono ancora dei dubbi;nel senso che una volta asportati i fibroadenomi e impiantate le protesi,nel caso in cui queste cisti dovessero ricomparire sarebbero un problema per le protesi?cioe’ dovrei nuovamente asportare i fibroadenomi o potrei tenerli?

Risposta

Gent.Sig.ra Non tutti i fibroadenomi devono essere necessariamente asportati, ma solo quelli che , per caratteristiche specifiche, sono da ritenere sospetti. E’ buona norma , prima di un intervento di mastoplastica additiva, quando come nel suo caso ci si trova in presenza di una “mastopatia fibrocistica”, effettuare un esame mammografico. Se , su consiglio anche del suo senologo, si riterrà utile effettuare uno o più prelievi bioptici, questi potranno essere effettuati durante l’intervento.In caso contrario, sarà comunque utile effettuare 6 mesi – un anno dopo l’intervento , un ulteriore controllo.E’ ovvio che se , durante l’intervento, l’operatore dovesse trovarsi in presenza di qualche formazione sospetta, provvederà a quanto necessario per una diagnosi istologica. Sarà consigliabile inoltre, nei controlli successivi, oltre che segnalare la presenza delle protesi prima dell’esame, produrre sempre questi due esami effettuati prima e dopo l’inserimento dei dispositivi. Questi saranno infatti molto utili al radiologo nella formulazione del referto. E’ importante comunque , quando si è portatrici di protesi mammarie, effettuare questi controlli presso studi che abbiano al loro attivo una specifica esperienza e competenza in questo settore.